FUSTIGARE riprendere e criticare con estrema severità Fustigare i costumi corrotti del proprio tempo.

Il nome della band viene dalla necessità di comunicare tutta la voglia e la determinazione nel rendere la musica uno strumento di redenzione, di rivincita ed emancipazione dal sistema prestabilito delle cose, un fustigare i costumi corrotti del proprio tempo. Negli anni abbiamo acquistato una crescente lucidità rispetto ai meccanismi sociali che gestiscono le nostre vite, dopo un’adolescenza di sogni e speranze, abbiamo dovuto affrontare il muro della dura realtà, fatto di rifiuti, incertezze, falsità, ipocrisie, arrivismo e viltà. Non a caso abbiamo scelto un simbolo con forme acuminate ,punte e corona di spine, perché per noi la massima espressione di forza generatrice di libertà umana è rappresentata dalla flagellazione di Cristo, simbolo del sacrificio per un ideale, scevro da una visione religiosa della vita ma carico di una rilevanza storico-culturale per tutta l’umanità.

Biografia della Band:

 

1995: Inizialmente l’incontro a livello artistico fu tra Fabrizio Saraulli (voce/chitarra) e Stefano Cimei al basso che sull’onda magica dei primi anni novanta e della musica dei Litfiba, Nirvana, Pearl Jam, Rage Against The Machine e altri decisero di fondare una Rock Band. La prima formazione nasce con l’arrivo di Simone Filippi (batteria) ed è proprio nella cantina di Simone che nascono i primi brani dei FLOG. Dopo un lavoro di 6 mesi il primo esordio fu ad EMERGENZA ROCK con brani inediti.

1996: Ingresso nella band di Alessandro Bremech (chitarrista solista) i FLOG si esibiscono nei locali più Underground del centro Italia tra i quali il BRANCALEONE, VILLAGGIO GLOBALE, LA CASA DEL POPOLO e soprattutto nei live estivi delle varie manifestazioni del Lazio.

1998: Il treno del gruppo comincia a deragliare per dissidi interni tra il bassista e il cantante che vertono su tematiche di genere musicale; dopo l’uscita dal gruppo di Fabrizio (voce), i FLOG tentano di proseguire il loro percorso ma purtroppo il progetto FLOG naufraga pochi mesi dopo e la band si scioglie definitivamente.

2007: Dopo dieci lunghi anni costellati di esperienze personali negli ambiti artistici più disparati (teatro, musica, danza e letteratura) , Fabrizio vuole riprovare a rimettere su la Band incontra il batterista (Simone Filippi) ed insieme riaprono una porta che ormai si pensava chiusa per sempre e da quella porta rispuntano i FLOG. Dopo aver risolto i propri dissapori in ambito artistico musicale con il cantante, torna nella “squadra” il bassista storico (Stefano Cimei). Pochi mesi dopo entra a far parte della band Antonio Grillotti chitarrista reatino (chitarra solista). Ma non soddisfatti del proprio appealle musicale i FLOG si mettono alla ricerca di nuove sonorità e per farlo sentono la necessità di un’altra chitarra, cosi arriva nel gruppo Eugenio Ambrogio (chitarra ritmica) di Roma. Nell’estate del 2007 i FLOG tornano ad esibirsi dal vivo dopo 10 anni di assenza e le loro sonorità da subito ritrovano quella vena rock che incredibilmente non li aveva mai abbandonati, ma anzi la ritrovano accresciuta delle loro esperienze personali e della loro maturità.

2008: Nel maggio dello stesso anno pubblicano un Demo-CD autoprodotto contenente 6 brani incisi al Troppe note Studio di Rieti intitolato FLOG I, segue una breve tourné nei locali del centro Italia fra i quali (ALKATRAZ di Fiumicino, STAZIONE BIRRA, JAILBREACK, DEVIL KISS di Roma, EDELBIER di Rieti e altri).

2009: dopo due anni di sacrifici e lavoro finalmente si apre uno spiraglio per la musica dei FLOG, arriva il contatto con la ALKEMIST FANATIX EUROPE di Carlo Bellotti che presenta alla band un’opportunità discografica.

2010: I FLOG cominciano l’avventura della produzione del loro primo vero DISCO; a questo punto succede l’impensabile poco prima di firmare il contratto, il batterista (Simone), abbandona la band ma proprio in questo momento che viene fuori lo spirito Rock della Band e sicuri della loro musica entrano in studio nei primi di agosto e si buttano in pieno in questa nuova esperienza…Rock!!!

 

2012:Il 20 maggio dopo varie peripezie esce in tutt'Italia il ns lavoro OTTAVO GIORNO con etichetta CNI-Tomato, preceduto da un mini tour di presentazione di 4 date nel centro Italia supportate dalla presenza alla batteria del viterbese Francesco Russo “FINCH” che sarà parte integrante della band tra il 2010 e il 2012. Alla batteria si alterneranno nelle varie date di tutto il 2012 anche Francesco Benedetti di Macerata ed Elena Fratini di Viterbo. Si interrompe la collaborazione con l’Alkemist Fanitix Europe per inadempienze al contratto da parte dell’agenzia che si rende latitante ed inefficiente. Nel Settembre Eugenio Ambrogio (chitarra ritmica) decide di uscire dalla band.

2013:Esce dalla band dei FLOG lo storico bassista Stefano Cimei. In questo periodo inizia una collaborazione artistica con alcuni musicisti che lavorano con la band in tutto il primo periodo del 2013 alla batteria c'è Francesco Benedetti e il nuovo bassista è Andrea Parrini musicista reatino. Il 20 gennaio 2013 iniziano le riprese del video del brano CHIESANOVA. La collaborazione con Benedetti e Parrini rimane un periodo pregno di novità e di ricerca ma la voglia di definire la nuova band e troppa e si continua a cercare nell'ambiente musicale romano e laziale. In questo periodo è molto il lavoro della band in sala alla ricerca di una nuova identità. Nel mese di marzo il giovane batterista Alessio Bartolini di Roma entra a far parte definitivamente della band diventando il nuovo batterista dei FLOG. Aprile da subito appare come un mese magico: il 3 aprile viene lanciato il video CHIESANOVA che inizia a farsi largo tra la miriade di band nel mondo di You Tube. Però qualcosa ancora non è definita, ed è la parte del groove. Il 4 aprile entra a completare la nuova formazione il bassista Mirko Mattei musicista di Fiano Romano.
Il 18 Giugno parteciperanno alla finale del contest realizzato alla Locanda Blues di Roma.
Il 24 Agosto iniziano le riprese del nuovo video DELIRIO Dantesco che si girerà totalmente nelle zone della Sabina.

2014:Nuovo inizio della band per questo 2104. Alla parte ritmica inizia la collaborazione con il batterista romano Andrea Nicolé e sempre nel mese di gennaio si chiude il cerchio del nuovo "groove" dei FLOG con l'entrata del bassista reatino Giacomo Chiaretti.Ancora un cambio alla ricerca della formazione migliore per affrontare il lavoro al nuvo disco.Il 27 febbraio ricomincia il tour della band con la prima data nel locale storico live di Rieti, l'EDELBIER pub, con la nuova sezione ritmica, il 12 marzo un live molto sentito al THE CORNER PUB di L'Aquila per poi proseguire con altre date nel mese di aprile.

Nel mese di agosto esattamente un anno dopo le riprese esce il Video Delirio Dantesco. Arriva dopo un anno di cambiamenti nella band e di duro lavoro da parte di tutti coloro che con passione hanno partecipato alla realizzazione del video stesso.

2015: da GIU a DIC Inizio della lavorazione dei nuovi brani, previste circa 11 tracce per il nuovo progetto musicale. In questo periodo la band si è dedicata alla raccolta di materiale e di contatti per affrontare il nuovo percorso in un periodo storico purtroppo privo di possibilità per la musica italiana in generale e per il ROCK in particolare. Nell'estate del 2015 partecipano a qualche motoraduno come ospiti o in formazione ridotta decisione presa anche per dare spazio alla vena creativa che appunto richiede il momento.

2016: Nel gennaio e febbraio si vanno a definire gli ultimi ritocchi per il nuovo progetto FLOG, la lavorazione delle tracce guida viene effettuata alla fine di gennaio e nei primi gg di febbraio. Nello stesso mese di febbraio la band entrerà in studio presso la Musical Academy di Terni per iniziare la registrazione della batteria in collaborazione con il fonico Elvys Damiano che seguirà tutta la registrazione dei brani.Il Lavoro proseguirà per tutto il 2017.

2017:tra il mese di gennaio e febbraio sono state registrate le seconde voci con l'aiuto anche di una voce femminile Martina Antoniciello che ha lavorato su tre brani. Su altrettanti brani sono stati apportati degli arrangiamenti (tastiere -pad) da parte del musicista umbro Cristian Pratofiorito e sempre nel mese di febbraio è stato deciso il titolo dell'ALBUM. Nei mesi di giugno luglio ed agosto sono stati fatti i mixaggi al disco ed il mastering.

Il titolo del nuovo disco sarà TEMPI IMPERFETTI e comprenderà 11 brani.

TEMPI IMPERFETTI:Nell'Essere Umano c'è sempre una frazione di Tempo che definisce il vivere quotidiano. Nel Tempo è racchiuso il 90% della nostra esistenza.Tempo per amare,brutto Tempo, Tempi difficili, i bei Tempi, fuori dal Tempo...Tempo...Tempo...e ancora...TEMPI IMPERFETTI che scandiscono la nostra sopravvivenza ripercorrendo giorno dopo giorno ogni istante che rende la Vita una cosa meravigliosa.

Tempi difficili (CAOS),Tempi spensierati (VISIONI),Persona di questi Tempi (IPOCRISIA),Tempi per decidere (FUNAMBOLICO),sentirsi fuori dal Tempo (EVANESCENTE),adesso è il nostro Tempo (QUELLO CHE SENTO),Tempi per non ascoltare (LAMENTI DI TEMPO),Tempi per ribellarsi (PAROLE),Tempi per amare (DONNA BLU),Tempi per esagerare (ANOTHER SEX), Tempi per andare via (SONO STANCO). Un Grazie speciale per la foto copertina a Giampietri Alessandro, per la grafica copertina a Cimei Stefano, per il lavoro sul ns sito a Filippi Simone.Speciale ringraziamento per l'idea del testo di "Quello che sento" a Cimei Stefano e per l'idea della ritmica di "Evanescente" a Dionisi Marco.

2018: Il 2018 si riapre all'insegna dell'impegno in sala prove proprio per riprendere il percorso live della band che manca da almeno 1 anno e mezzo circa. In questo periodo di inattività i FLOG si sono dedicati totalmente alla realizzazione del nuovo disco. Le prove per la preparazione dei concerti vedranno l'inizio della collaborazione al basso di Alessandro Mattei musicista anch'esso di Rieti e l'uscita dalla band di Giacomo Chiaretti. A fine marzo si ricomincia con 10 date live tra Roma , Rieti e regione Lazio ripercorrendo una gran parte dei locali dove la band si era esibita negli anni passati e ricomincerà a tracciare quel legame fatto di sound e divertimento interrotto qualche tempo prima. Nel mese di giugno la band firma il contratto con la Volcano Records e nello specifico con la Native Division Records di Torino per nome di Alessandro Liccardo.In Ottobre i FLOG  entrano nel roster della Native Division R. e nello stesso periodo Andrea Nicolé batterista lascia la band e viene sostituito da Giorgio Bianchi musicista romano.  Il nuovo disco  TEMPI IMPERFETTI vedrà la luce nel mese di Dicembre 2018.

2019: In questo periodo iniziale la band si esibisce nei vari locali romani e della regione pubblicizzando al massimo il proprio lavoro. Si crea anche una versione live in acustico da adattare nelle location più piccole e vengono inserite alcune cover di cantautori italiani rivisitate sempre nello stile della band. Anche durante l'estate le date live si susseguono.

In questo periodo primavera-estate ci sono state anche delle partecipazioni con intervista in alcune radio della capitale, RadioRock, Radio Radio, Radio Italia anni 60' e Radio Kaos.

2020:Dopo aver lasciato il 2019 raccogliendo consensi attraverso dei live nel centro Italia la band si rimette in studio questa volta per fare un video-live, una ripresa video appunto di un brano anni 60’ riadattato con lo stile FLOG, la canzone è BANG BANG nella versione portata in Italia dagli EQUIPE84. Le riprese saranno fatte negli studi del Synthesia di Giovanni Formosa.tutto ciò avveniva nel mese di Febbraio nei primi giorni dove videro l’uscita dalla band anche del batterista Giorgio Bianchi per problemi personali...nella primavera altre date ed audizioni per il nuovo batterista della band!!!



 

ALBUM DELLA BAND

 

FLOG I album demo-cd 2008.

1-SOTTO CONTROLLO

2-PARANOIDE IN AULIDE

3-VOLERE E’ POTERE

 

 

 

OTTAVO GIORNO album 2010.

1-ANDANDO

2-CHIESANOVA

3-POLVERE DELL’EST

4-CRISTALLI DI STAGNO

5-SENZA SENSO

6-DELIRIO DANTESCO

7-BANALE

8-POST COITUM ANIMAL TRISTE

9-CITTA’ MALEDETTA

 

Dio in sette giorni ha creato il mondo con tutti i passaggi del caso, ma l’OTTAVO GIORNO cosa è successo? Simbolicamente nell’ottavo giorno la terra è divenuta la nostra patria e da quel giorno noi abbiamo fatto il bello e il cattivo tempo su questo pianeta, alla faccia della creazione. Noi siamo la BAND del giorno dopo, siamo quello che rimane dopo la tempesta, dopo una sbronza, siamo la sporcizia che si accumula fra i denti dopo i pasti. Quello che rappresenta l’OTTAVO GIORNO è la rinascita dalle ceneri, la speranza dopo il disastro più totale, il giorno dopo la fine del mondo;

il giorno della resa dei conti quando tutto è perduto e non c’è più nulla in cui sperare, solo in quel momento possiamo scorgere la vera natura delle cose che senza più maschere o veli si presenta a noi per quello che è nella sua assoluta verità. Noi siamo veri solo quando perdiamo l’illusione di essere qualcosa di diverso da noi e questo accade tutti i giorni;

ogni mattina ci vestiamo e già quell’uniforme ci incastra in un ruolo, cosi succede con le relazioni e i luoghi che viviamo tutti sulla nostra pelle, il dissidio fra ragione e sentimento, istinto e consapevolezza. Nel disco c’è un’ analisi attraverso i testi e la musica della vita vera, della guerra e della pace (Città Maledetta e Andando), dell’apparire e dell’essere (Banale e Senza Senso), dell’eccesso e del rispetto di chi creò (Post Coitum Animal Triste e Chiesanova), del bello e dell’amore (Delirio dantesco, Polvere dell’Est e Cristalli di Stagno). Un album che sicuramente è un percorso nella mente e nell’anima di chi la vita cerca ogni giorno di capirla.

 

TEMPI IMPERFETTI album 2018.

1-CAOS

2-VISIONI

3-IPOCRISIA

4-FUNAMBOLICO

5-EVANESCENTE

6-QUELLO CHE SENTO

7-LAMENTI DI TEMPO

8-PAROLE

9-DONNA BLU

10-ANOTHER SEX

11-SONO STANCO

 

Nell'Essere Umano c'è sempre una frazione di Tempo che definisce il vivere quotidiano. Nel Tempo è racchiuso il 90% della nostra esistenza.Tempo per amare,brutto Tempo, Tempi difficili, i bei Tempi, fuori dal Tempo...Tempo...Tempo...e ancora...TEMPI IMPERFETTI che scandiscono la nostra sopravvivenza ripercorrendo giorno dopo giorno ogni istante che rende la Vita una cosa meravigliosa.Tempi difficili (CAOS),Tempi spensierati (VISIONI),Persona di questi Tempi (IPOCRISIA),Tempi per decidere (FUNAMBOLICO),sentirsi fuori dal Tempo (EVANESCENTE),adesso è il nostro Tempo (QUELLO CHE SENTO),Tempi per non ascoltare (LAMENTI DI TEMPO),Tempi per ribellarsi (PAROLE),Tempi per amare (DONNA BLU),Tempi per esagerare (ANOTHER SEX), Tempi per andare via (SONO STANCO). Un Grazie speciale per la foto copertina a Giampietri Alessandro, per la grafica copertina a Cimei Stefano, per il lavoro sul ns sito a Filippi Simone.Speciale ringraziamento per l'idea del testo di "Quello che sento" a Cimei Stefano e per l'idea della ritmica di "Evanescente" a Dionisi Marco. ROCK N' ROLL!!!